tr
tr
Ideazione di PlurimaPalermo
Marco Scarpinato architetto, specializzato in Architettura dei giardini e Progetto del paesaggio presso la Scuola Triennale di Specializzazione dell'Università di Palermo. Ha perfezionato gli studi di analisi e progetto del territorio e della città presso la Facoltà di Architettura di Palermo.  Ha partecipato a numerosi concorsi di progettazione internazionale ottenendo riconoscimenti, tra questi: primo premio per il progetto del Nuovo complesso scolastico integrato e parco urbano a Roma (attualmente in costruzione), secondo premio per il progetto del Nuovo Polo Giudiziario di Trento, secondo premio per il progetto di un Parco lineare e due Musei a Zaragoza, quinto premio per il progetto della Nuova Aerostazione di Lamezia Terme. Ha insegnato Caratteri della città e Caratteri distributivi degli edifici presso la Facoltà di Architettura di Palermo. Ha fatto della collaborazione uno dei principi cardine del progetto, è fondatore di AutonomeForme ed ideatore del programma di ricerca Avvistamenti, di recente ha ideato e sta sviluppando il programma di ricerca Palermo | Effetto metropolitano.  I suoi progetti sono stati pubblicati in volumi e riviste specializzate ed esposti in mostre in Italia e all’estero.  Vive e lavora tra i Paesi Bassi e la Sicilia. 
Una selezione dei suoi progetti è visibile all’indirizzo:
Europaconcorsi
tr
Responsabile della segreteria
Lucia Pierro (Napoli, 1972), architetto (laurea cum laude 1999 all’Università di Palermo), Corso di alta formazione e specializzazione “Progettare il Museo: un panorama internazionale di metodi e realizzazioni” alla Scuola Normale di Pisa con il patrocinio dell’European Museum Forum (2009), Master di II livello in Restauro Architettonico, Recupero Ambientale e Riqualificazione Urbana all’Università di RomaTre (2005), Diploma di teatro alla Scuola di Teatro Teatès diretta da Michele Perriera; segue laboratori presso il Teatro Libero IncontroAzione e il Teatro Biondo Stabile di Palermo. Con AutonomeForme partecipa a numerosi concorsi di progettazione collaborando, tra gli altri, con Herman Hertzberger ad Amsterdam (2005), Grafton Architects a Dublino (2007) ed Henning Larsen Architects a Copenaghen (2009). Esperta in restauro, rilievo e rappresentazione, nell’ambito del restauro, a Palermo, cura i progetti: Piazza degli Artisti nel piano dell'Accademia di Belle Arti (2002 - real. fase I 2008), Residenze per giovani (Rilievo 2003 e Progetto 2004), Restauro di Palazzo Greco (2002), collabora al Restauro dei Loggiati del Teatro Politeama (real. 1999-2000), al Restauro del Palazzetto Judica (real. 1998-01) e all’aggiornamento del rilievo e alla redazione del progetto di variante al restauro del Teatro Garibaldi di Palermo (real. 2008). Cura la comunicazione grafica del Workshop del coreografo Hiroaki Umeda tenutosi a Palermo, di Minimondi Palermo (2009) e di NapoliInternazionale all’interno del Teatro Festival Italia di Napoli (2009). Scrive articoli nelle riviste “Per - Salvare Palermo” e “Il Giornale dell’Architettura”. Suoi testi sono pubblicati nei volumi: “Le chiese a Palermo”, (a cura di) Ettore Sessa, Palermo 1995 (II ed. 2003), “Il museo dei bambini e delle mamme”, Palermo 2008 e “Grafton Architects. Skyscape Groundscape”, Palermo 2009. Cura progetti didattico-educativi rivolti ad adulti e bambini incentrati sul rapporto tra la memoria ed il progetto.
tr
Responsabile del sito web
Carmelo Vitrano (Palermo 1974), architetto (2003), master di I livello in Comunicazione ed Editoria presso il Dipartimento di ArCo dell’Università di Palermo. Nel 2000 partecipa al workshop di progettazione Avvistamenti_2.00. Il disegno dei waterfront ed il riutilizzo delle aree industriali dismesse con i docenti Maurice Nio ed Eduardo Arroyo; nel 2002 partecipa al workshop di progettazione Avvistamenti_4.02. Nuove strategie urbane per Palermo con i docenti Hideyuki Yamashita (Nagaoka University), Franklin Lee (GSAP - Columbia University), David Serero, Next Architects; nel 2003 partecipa al Seminario internazionale Fast forward, a driving perception, tenuto alla TU-Delft con i docenti Winy Maas, Francine Houben, Adrian Geuze - West 8, Ben van Berkel, Kas Oosterhuis, Aaron Betksy ed Alejandro Zaera Polo. Con AutonomeForme partecipa a numerosi concorsi di progettazione collaborando tra gli altri con Grafton Architects. Realizza progetti di design e graphic design per committenti privati ed enti pubblici. Nell’attività professionale cura con particolare attenzione l’utilizzo innovativo dei materiali da costruzione e la lavorazione dei metalli, attualmente lavora anche nei centri siciliani minori. Cura progetti didattico-educativi rivolti ad adulti e bambini incentrati sul rapporto tra lo spazio e la tecnologia.
tr
English version
tr